La strategia RCS di Cairo tra stati di crisi, dividendi e bonus d’oro

Senza Bavaglio Milano, 28 aprile 2020 L’editore Urbano Cairo ha chiesto aiuti pubblici al ministero.

Lettera aperta a Urbano Cairo: “Faccia un gesto di responsabilità: rinunci al dividendo”

Senza Bavaglio 9 aprile 2020 Caro Urbano Cairo prenda esempio dal suo mentore e primo.

Immorale incassare e licenziare: requisire i dividendi di RCS e Mondadori

Ricevere sovvenzioni dallo Stato poi con i bilanci in utile ricorrere a prepensionamenti e altri ammortizzatori sociati per disfarsi del lavoratori non è coerente con l’etica nel business

Urbano Cairo: il virus è vivo, viva il coronavirus (e i soldi che ne derivano)

Speciale per Senza Bavaglio Valerio Boni Bergamo, 29 marzo 2020 Dio benedica il coronavirus, questo.

RCS caccia i giornalisti e distribuisce i dividendi

Senza Bavaglio Milano, 29 marzo 2020 Nella primavera del 2019, con l’approvazione del bilancio 2018,.

L’INPGI e le crisi dei giornali se si affrontano come si è fatto ora, l’Istituto crolla

Speciale per Senza Bavaglio Andrea Montanari Milano, 30 gennaio 2020 Il 2020 può essere considerato.

L’editoria crolla: eppure Laura Cioli 4 anni a Corriere e Repubblica riceve 5,6 milioni di euro

da Il Fatto Quotidiano Fabio Pavesi 20 dicembre 2019 L’editoria ti fa ricca. Come è.

“Repubblica” agli Agnelli, stampa italiana in crisi e in poche mani

Editoria. La Repubblica passa agli Agnelli. Gedi, editore dei quotidiani «la Repubblica», «La Stampa» e «Il Secolo XIX». Meteorite Web sul pianeta informazione, dinosauri già deboli di letture, in pericolo di estinzione.

Reputella, la nostra marchetta quotidiana: Repubblica impastata con Nutella

Senza Bavaglio Milano, 27 novembre 2019 La Repubblica della Nutella verrebbe da dire, o titolare..

Fnsi contro la libertà di pensiero e di parola: processo alla “dissidente” Daniela Stigliano

L’accusa è di aver criticato il contratto Uspi e aver espresso forti preoccupazioni per la tenuta dei conti dell’Inpgi durante i lavori degli Stati generali dell’Informazione e dell’Editoria il 4 luglio scorso