Altri 8 milioni di euro dall’Europa a Rai, Mediaset, giornali e siti

SOLDI UE – Non solo l’Europarlamento, pure la Commissione finanzia chi dovrebbe controllarla e lo fa in modo oscuro: ecco cosa sappiamo

INPGI: insoddisfacente risultato elettorale, ma un grazie di cuore a chi ci ha votato

Grazie, grazie di cuore a chi ci ha votato alle recenti elezioni dell’INPGI. Grazie a.

Libertà di stampa sotto l’attacco della politica e dell’economia

Nella classifica di Reportes Sans Frontières l’Italia retrocede di cinque posizioni

Elezioni INPGI: Ecco i candidati sostenuti da Senza Bavaglio in Lombardia e in Lazio

Senza Bavaglio Milano, 19 maggio 2024 L’INPGI è cambiato. Quello cha abbiamo conosciuto fino a.

Condannata anche in appello la boss che aggredì Maria Grazia Mazzola del Tg1

“Ha vinto il giornalismo libero contro tutte le mafie”, commenta la cronista, che fu colpita con un pugno e minacciata di morte nel 2018 durante un’inchiesta. Ma le intimidazioni ai giornalisti, purtroppo, non sono una rarità

All’assemblea RCS domande sulle marchette al Corriere della Sera, c’è anche Toti

L’ex inviato ed ex corrispondente da Bruxelles del Corriere, Ivo Caizzi, ha posto diverse questioni. Nella numero 9 viene citato Senza Bavaglio. Le 15 risposte (che pubblichiamo) danno un’idea del cambiamento nella concezione dell’informazione giornalistica

Notizie sull’Apocalisse dell’informazione

Proprio come la democrazia, il giornalismo sta affrontando una fine e un inizio

Libertà di Stampa: Senza Bavaglio alla manifestazione del 25 aprile a Milano

Una delegazione di Senza Bavaglio ha patecipato a Milano alla manifestazione del 25 aprile per.

“Tengo famiglia”: come al premio Ischia i giornalisti gratificano gli amici

E c’è qualcuno, come Urbano Cairo, che utilizza i suoi giornali e tutto quello che ruota intorno come una “cosa di famiglia”.

Carlo Verna lascia la Rai “anima persa” e fa causa: “Un’azienda non azienda”

In una lettera aperta ai membri del consiglio di amministrazione, le amare considerazioni dell’ex presidente dell’Odg ed ex segretario Usigrai sullo stato di salute dell’autonomia e del pluralismo del servizio pubblico. Ma l’assalto della politica ha radici lontane (e bipartisan)