“Assange al servizio di Putin”: smontate 10 fake news sul padre di WikiLeaks

Stefania Maurizi Roma, luglio 2024 Un personaggio controverso, che ha lavorato per Putin e aiutato.

La TV dei vescovi propone patti leonini ai collaboratori già miseramente pagati

TV 2000 propone ai giornalisti di  firmare una transazione che prevede la rinuncia  ai diritti maturati in cambio di 500 euro lordi e della possibilità di firmare  un nuovo contratto. Ovviamente precario

Senza Tonino Tatò, Berlinguer sarebbe stato lo stesso?

I due, uno cattolico-comunista, l’altro solo comunista, formavano un binomio perfetto. Ecco il ricordo della figlia del fedele amico e consigliere del segretario del PCI

Cara Meloni, W il giornalismo investigativo fatto anche di infiltrazioni nascoste

Non esiste l’informazione rubata e non esistono domande irritanti o fastidiose. Bravissimi quei reporter che svelano segreti e fanno domande imbarazzanti

Guerra e informazione: Israele confessa gli ingenti sforzi di propaganda

Lo Stato ebraico elogia la massiccia presenza di reporter. Spingendo però affinché riferiscano una sola versione. L’ufficio del Primo Ministro, ha condotto una campagna globale di diplomazia pubblica di portata senza precedenti “al fine di promuovere la legittimità della politica e degli sforzi israeliani sul campo di battaglia”.

Scivolone a Milano: Barbacetto querelato per diffamazione dal Comune

Pericoloso segnale contro la libertà di stampa. Protesta il cdr del Fatto Quotidiano. E la CGIL si divide

Altri 8 milioni di euro dall’Europa a Rai, Mediaset, giornali e siti

SOLDI UE – Non solo l’Europarlamento, pure la Commissione finanzia chi dovrebbe controllarla e lo fa in modo oscuro: ecco cosa sappiamo

INPGI: insoddisfacente risultato elettorale, ma un grazie di cuore a chi ci ha votato

Grazie, grazie di cuore a chi ci ha votato alle recenti elezioni dell’INPGI. Grazie a.

“Tengo famiglia”: come al premio Ischia i giornalisti gratificano gli amici

E c’è qualcuno, come Urbano Cairo, che utilizza i suoi giornali e tutto quello che ruota intorno come una “cosa di famiglia”.

Repubblica e Stampa: salgono i dividendi, scendono i giornalisti

La Exor, holding della famiglia Agnelli – Elkann: ha chiuso il 2023 con un utile di 4,2 miliardi e distribuirà un dividendo di circa 100 milioni