“Chiedo una parola forte a favore di noi, figli di un INPGI 2 minore”

Speciale per Senza Bavaglio Vittorio Giannella Milano, 14 gennaio 2021 Chiedo la parola affinchè qualcuno.

Inpgi sull’orlo del baratro e il suo salvataggio è impossibile

L’ente di previdenza dei giornalisti rischia il default (solo un ritorno nell’Inps potrà garantire la sostenibilità nel lungo periodo delle pensioni) – il buco di 200 milioni continuerà ad aumentare, divorando l’intero patrimonio. L’idea folle della “deportazione” dei comunicatori e il bubbone dei 270 milioni di euro di contributi mai riscossi dalle aziende editoriali – il presidente Marina Macelloni, con l’ente in pre-dissesto, guadagna 229mila euro l’anno, il dg Mimma Iorio ne prende 232 mil

Istruzioni per l’uso: vita da nababbi con la pensione Inpgi 2 da 62,45 euro mensili?

Speciale per Senza Bavaglio Pietro Tarallo Milano, 11 gennaio 2021 Ho 80 anni e percepisco.

Figli e figliastri: stop ai prepensionamenti INPGI, ma non per mamma RAI

da Tre membri del CdA dell’INPGI 10 gennaio 2021   La Rai vara un mega-piano.

Il disastro dell’INPGI: già dal 2015 bugie, promesse e falsi ottimismi

Questo articolo di Simona Fossati e del gruppo Salviamo l’Inpgi, è stato pubblicato nel 2015,.

Per salvare l’Inpgi e la previdenza servono nuove regole per il giornalismo

Speciale per Senza Bavaglio Andrea Bulgarelli Roma, 6 gennaio 2021 Per salvare l’Inpgi non guardiamo.

Conti alla mano, ecco perché il piano della maggioranza Inpgi non può funzionare

Comunicato di 3 consiglieri INPGI Roma, 3 gennaio 2021 «Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il Fondo Giornalisti va bene ma nuoce la gestione litigiosa degli editori

Fondo dei Giornalisti 2 gennaio 2021 Questo 2020, anno da archiviare, termina per il Fondo.

L’Odiatrice Seriale e la delirante interpretazione delle parole di Conte sul futuro dell’Inpgi

Speciale per Senza Bavaglio Massimo A. Alberizzi Milano, 1° gennaio 2021 Torna a farsi viva l’.

I Comunicatori sull’Inpgi: “Da Conte un pericoloso teorema che non sta in piedi”

Il Governo contro i diritti dei cittadini a una competente comunicazione pubblica. No al tentativo di colmare le criticità gestionali dell’INPGI con una toppa giuridicamente insostenibile e socialmente inaccettabile. Un Paese che non investe nella relazione tra cittadini e istituzioni è un Paese in cui i valori democratici sono in grave pericolo.