Le “marchette” in prima pagina non turbano il sonno (profondo) dell’Ordine

Il limite indefinito tra pubblicità e informazione senza argine quello che da anni inquina e contribuisce ad abbattere la reputazione della stampa nazionale, ormai ai minimi storici per autorevolezza e credibilità

Cairo imperversa sui suoi giornali, Sensi padrone della Roma non se l’è mai sognato

Oltre che possedere la squadra capitolina, era l’editore del Corriere Adriatico

Censura alla stampa: come guarire un male con la medicina sbagliata

Approvata dalla Camera una norma che vieta di pubblicare, in tutto o in parte, le ordinanze finché non siano concluse le indagini preliminari o l’udienza preliminare. Ecco perchè si è deciso di intervenire su una questione cruciale per la libertà di stampa e perchè questo intervento avrebbe un sicuro effetto negativo

Legge bavaglio: il colpo di grazia all’informazione italiana

Con una larga e trasversale maggioranza, la Camera dei Deputati ha approvato l’emendamento che vieta la pubblicazione di atti giudiziari fino alla chiusura delle indagini preliminari. Un attacco senza precedenti alla nostra professione e alla libertà di stampa. È ora di mobilitarsi.Senza Bavaglio presenterà un’istanza alla Corte Europea dei diritti dell’Uomo di Strasburgo che più volte si è già sancito il diritto di rendere noto ciò che è di interesse pubblico

Il regalo di Natale del pandoro dice quanto rende legare un prodotto a un’influencer

Speciale per Senza Bavaglio Valerio Boni Milano, 20 dicembre 2023 Da giorni non si parla.

Tra l’indifferenza generale continua la mattanza di giornalisti a Gaza

Gli operatori dell’informazione sembrano presi appositamente di mira dall’esercito israeliano.

Italia contro legge UE sui media: “Dobbiamo poter spiare i giornalisti”.

Roma con Francia &C. sulla clausola di sicurezza nazionale, ma è la sola a minacciare il no. Venerdì l’ultimo negoziato

La stampa che dà fastidio: il governo israeliano vuole chiudere Haaretz

Speciale per Senza Bavaglio e per Africa ExPress Alessandra Fava 27 novembre 2023 “Se il.

Processo ENI per corruzione (tutti assolti): le connessioni con le comunità religiose/2

Speciale Per Senza Bavaglio (2 – continua) Noël Marpeau Parigi, ottobre 2023 Il processo Nigeria.

Lettera anonima accusa “Consigliera dell’Ordine del Lazio viola la deontologia”

Una denuncia anonima accusa la tesoriera Manuela Biancospino, di aver violato il codice deontologico prestandosi a forme esplicite di pubblicità. I consiglieri di minoranza Dragoni, Picozza e Suber le hanno chiesto di autosospendersi in attesa del pronunciamento del Consiglio di disciplina, ma il vicepresidente Rossi grida al complotto: “Infami!”.