Condé Nast, il CdR compra una pagina del Fatto per denunciare il comportamento dell’editore

Senza Bavaglio
Milano, 7 marzo 2018

L’assemblea dei giornalisti Condé Nast ha deliberato (con due astensioni e due voti contrari) l’acquisto di una pagina pubblicitaria su Il Fatto Quotidiano per far conoscere all’esterno la grave situazione in cui si trovano le redazioni dopo ben due solidarietà difensive: cassa integrazione a zero ore per 5 colleghe e una nuova tornata di presunti esuberi, a fronte di nuovi progetti editoriali che non prevedono l’occupazione di giornalisti.

Senza Bavaglio è solidale con i colleghi della Condé Nast e chiede alla FNSI e all’Associazione Lombarda dei giornalisti di uscire dal letargo in cui si trovano e di reagire a queste richieste della Condé Nast, azienda con i bilanci in attivo.

La pagina apparsa sul Fatto Quotidiano

Tra le altre cose è bene ricordare che tutto ciò è possibile anche grazie agli ultimi due contratti di lavoro giornalistico che hanno ridotto i diritti dei giornalisti e – come spiega un documento di Stampa Romana – prevede “una serie impressionante di concessioni agli editori”.

Un gruppo di giornalisti, alcuni dei quali di Senza Bavaglio, ha impugnato il contratto davanti ai magistrati. Un atto dovuto per evitare questa catastrofe. Questi colleghi avrebbero voluto trovare al proprio fianco il sindacato dei giornalisti. Invece se lo sono trovato seduto, accanto alla FIEG, dall’altra parte dei tavolo.

Speriamo che il sindacato dei giornalisti recuperi la forza per difendere i colleghi e in un sussulto dignità si accorga finalmente di come sia importante cancellare al più questo questo contratto.

Senza Bavaglio
@sbavaglio

 

Condividi questo articolo

more recommended stories