Michele Manzotti rieletto in Toscana ringrazia e spiega cosa farà in Casagit

Michele Manzotti
Firenze, 11 giugno 2015

Innanzitutto grazie a tutti per l’elezione a componente della Consulta Toscana e a delegato all’Assemblea nazionale con il secondo posto nella regione. Un ringraziamento doveroso a tutti gli 85 colleghi che mi hanno votato, che estendo anche alle componenti sindacali di Punto e a Capo (al cui programma Casagit per Te avevo aderito) e di Senza Bavaglio che mi hanno sostenuto con entusiasmo. Al momento mi firmo ancora come componente del Collegio dei sindaci, carica che decadrà con la prima sessione dell’assemblea a inizio luglio.

Michele Manzotti. Eletto! La sua candidatura in Toscana è stata sostenuta da Senza Bavaglio

In fondo a questo messaggio trovate una nota del fiduciario della Toscana Enrico Pini sull’esito del voto in Toscana dove si sottolinea la percentuale di voto nella regione, purtroppo fra le più basse in Italia.

Vi avevo accennato alla mia intenzione di continuare a informarvi sulle tematiche della Cassa. Ripropongo quella sul fisco dato che siamo ancora in periodo di dichiarazione dei redditi, mentre ricordo che giugno è mese di scadenze per la presentazione delle richieste di rimborso.

Nei prossimi giorni invece ci saranno la già citata Assemblea nazionale dei delegati e la riunione della Consulta Toscana e sugli esiti di entrambe le riunioni vi darò notizia.

SCADENZE 

Entro sabato 30 giugno devono essere presentate in Casagit le richieste di rimborso per le spese effettuate in gennaio, febbraio e marzo 2016. Naturalmente è possibile consegnare anche le note spese datate aprile, maggio e giugno 2016, la cui scadenza ultima rimane comunque al 30 settembre 2016. Il solito consiglio è quello di non aspettare l’ultimo momento anche perché gli uffici di Roma saranno chiusi il 29 giugno per festività (SS.Pietro e Paolo).

ATTENZIONE: Non fa fede il timbro postale: le pratiche devono essere fisicamente a Roma entro il 30

Fisco e dichiarazione redditi

Soci contrattualizzati CNLG e pensionati INPGI – Possono portare in detrazione solo la spesa sanitaria non rimborsata da Casagit.

Coniuge non a carico – Il coniuge non a carico (per il quale il socio ha pagato nel 2016 il “contributo individuale” di 900 euro) nella propria dichiarazione può portare in detrazione tutte le spese sanitarie, comprese quelle rimborsate in tutto o in parte da Casagit. Il contributo di 900 euro non è deducibile.

Familiari a carico – Il pagamento del MAV per familiari a carico consente di portare in detrazione fiscale tutte le spese sanitarie sostenute per i familiari ai quali il contributo si riferisce e quindi anche quanto Casagit abbia, in parte o totalmente, rimborsato. Analogamente, possono portare interamente in detrazione tutte le spese sanitarie (anche se rimborsate da Casagit) i soci volontari o capitari (cioé non contrattualizzati né pensionati). I MAV e la contribuzione dei soci volontari o capitari, invece, non sono deducibili.

Documentazione necessaria – Occorre portare al commercialista o al Caf la fotocopia delle spese sostenute (se si è avuta l’accortezza di fotocopiare gli originali, prima di consegnarli in Casagit). Alcuni Caf accettano anche la distinta di liquidazione emessa da Casagit, che si può scaricare dal sito www.casagit.it attraverso la “Area Riservata Soci”.

Attenzione – Casagit non può fare le fotocopie. Anche per questo è sempre opportuno fotocopiare le ricevute prima di presentarle alla Cassa per il rimborso. La Cassa è comunque tenuta a conservare gli originali che possono essere richiesti solo in caso di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Dichiarazione precompilata. L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione per 30 milioni di contribuenti la dichiarazione precompilata 2017: accedendo all’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, si possono consultare le informazioni già inserite dal Fisco. Dal 2 maggio scorso, è possibile integrarla o modificarla e poi inviarla entro il 24 luglio (nel caso del modello 730), oppure entro il 2 ottobre (nel caso del modello Redditi Persone Fisiche – RPF).

Lo scorso anno mi sono state segnalate interpretazioni dell’Agenzia delle Entrate sulla tassazione dei rimborsi. Per questo rimando al sito dell’Agenzia dove troverete informazioni sul 730/2017 e sulla dichiarazione precompilata sui rimborsi per le spese sanitarie, dove sono disponibili anche i criteri utilizzati – su indicazione dell’Agenzia delle

Entrate stessa – per l’invio dei dati che ritrovate nel 730 precompilato e approfondimenti utili su recenti novità e chiarimenti, tra i quali evidenziamo le spiegazioni in tema di contributi comunicati e trattamento dei rimborsi diretti

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/ComunicareDati/Soggetti+obbligati+comunicazione+dati+dichiarazione+precompilata/Rimborsi+delle+spese+sanitarie/Faq+Rimborsi+spese+sanitarie+2017/

Michele Manzotti
Collegio dei sindaci Casagit
michele.manzotti@lanazione.net

La nota di Enrico Pini, fiduciario della Toscana

Questi i risultati in Toscana delle elezioni per il rinnovo degli organi della Casagit: Enrico Pini 103, Michele Manzotti 85, Paola Catani Gagliani 35, Pino Miglino 32, Susanna Cressati 28. Primi dei non eletti Massimo Pilo e Paolo Pellegrini 17.

Su 767 aventi diritto al voto in Toscana hanno votato solo 203 soci- La percentuale è di 26,47. Il dato nazionale è di 28,18. Peggio della Toscana solo Valle d’Aosta 26,03, Friuli Venezia Giulia 23,94, Lombardia 22,48, Umbria 21,79, Veneto 21, 53. Emilia Romagna 18,87.