ELEZIONI INPGI/Il sindacato veneto viola le regole della democrazia

In Veneto si sta consumando l’ennesima violazione della democrazia. Pur di rimanere al potere i veneti usano tutti i mezzi. Il segretario dell’Associazione regionale dei giornalisti (che guarda caso è anche candidato all’INPGI) ha annunciato l’intenzione di mettere seggi volanti in giro per la sua regione.

Con un gruppo di colleghi candidati nella lista Piazza Pulita all’INPGI – Senza Bavaglio abbiamo inviato questa lettera Giuseppe Giulietti, presidente della FNSI, chiedendo un immediato intervento a difesa delle legalità e delle regole democratiche.

Il disprezzo delle regole della democrazia ha portato alla distruzione del sindacato, dei giornalisti e del giornalismo.

 

Occorre cacciare questa dirigenza che da anni si è impadronita degli enti dei giornalisti, trattandoli come giocattoli personali da sfruttare a loro piacimento, alla faccia di chi prende compensi da fame e di chi grazie a loro ha perso il posto di lavoro.

 

https://piazzapulitaallinpgi.wordpress.com

Caro Presidente,

Purtroppo dobbiamo ancora una volta constatare come – in occasione delle prossime elezioni dell’INPGI – si stiano ripetendo da parte del sindacato del Veneto scorrettezze che richiedono un tuo tempestivo intervento.

 

Beppe Giulietti
Giuseppe Giulietti
In un messaggio rivolto agli elettori veneti, Massimo Zennaro, segretario dell’associazione regionale dei giornalisti, annuncia infatti che “per facilitare le operazioni di voto il sindacato sta organizzando nei giorni di voto elettronico, dei punti voto in alcune città e nelle maggiori redazioni. Verrà inoltre attivata una linea telefonica dedicata”.

 

Inoltre Massimo Zennaro aggiunge che il seggio per il voto cartaceo sarà aperto presso la sede del sindacato, e indica orari e date. http://www.sindacatogiornalistiveneto.it/component/content/article/1323-elezioni-inpgi-invito-verifica-password.html

 

Ma Massimo Zennaro non è solo il segretario dell’associazione dei giornalisti veneti: è anche candidato al consiglio generale dell’INPGI. E’ evidente che – qualora gli annunciati “punti voto” fossero realmente allestiti – si creerebbe un conflitto di interesse e una commistione impropria tra chi gestisce le elezioni e il candidato che a quelle elezioni si presenta.

 

Poiché tu rappresenti e tuteli tutti i giornalisti iscritti alle associazioni regionali, a qualunque gruppo o corrente appartengano, ti chiediamo pertanto di intervenire subito per evitare indebite interferenze e garantire elezioni libere e democratiche.

 

Il sindacato è di tutti e non deve intervenire nelle elezioni dell’INPGI, e i dirigenti sindacali non devono esercitare il proprio ruolo per intimidire e forzare i colleghi. Infatti noi non ti chiediamo di intervenire nel processo elettorale dell’INPGI, ma – come garante dell’unità e dell’armonia degli iscritti al sindacato – di tutelare e difendere i colleghi da abusi di potere. Le intimidazioni sempre possibili in questi casi non devono avere cittadinanza nel sindacato dei giornalisti.

 

Certi di un tuo intervento, ti invio i miei più cordiali saluti

 

Massimo Alberizzi

Andrea Garibaldi

Giancarlo Minicucci

Valentino Pesci

Laura Verlicchi

Simona Fossati

Maria Giovanna Faiella

Silvia Ognibene

Vittorio Pasteris

 

 

more recommended stories