FORMAZIONE/Istruzioni per l’uso

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine ha approvato nel corso della riunione del 15 maggio il Regolamento per la Formazione Professionale Continua (FPC), elaborato dal Comitato Tecnico Scientifico (CTS), il gruppo di consiglieri nazionali preposto alla formazione.

La Formazione è infatti diventata un obbligo di legge, dal gennaio 2014, per tutti gli iscritti agli Ordini professionali e quindi anche per tutti i giornalisti.

Ma sono tantissimi i colleghi che ci chiedono notizie sulle modalità  della formazione e di come si acquisiscono i crediti. Ecco quindi in sintesi ciò che è necessario sapere.

E’ d’obbligo acquisire 60 crediti nell’arco di tre anni, di cui almeno 15 devono essere acquisiti sui temi di deontologia.

E’ obbligatorio però ottenere minimo15 crediti all’anno. Quindi occorre arrivare a 15 crediti entro la fine di quest’anno.

Come si acquisiscono i crediti?

Tipologie per avere i crediti

–       Partecipazione a corsi di formazione organizzati da aziende, istituzioni pubbliche o private e altri soggetti autorizzati dal CNOG.

–       Partecipazione a convegni, seminari, tavole rotonde e workshop, anche in qualità di relatore.

–       Pubblicazione di libri a carattere tecnico professionale.

–       Insegnamento a livello accademico di discipline riguardanti la professione giornalistica.

–       Svolgimento di attività formative on line

–       Frequenza di corsi di aggiornamento sulle nuove tecnologie.

Attenzione: tutti i corsi, convegni, seminari, eccetera, devono essere organizzati o accreditati dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti (CNOG).

Crediti: dove, come, quando

La frequenza dei corsi (anche per via telematica) fa acquisire 2 crediti all’ora per un massimo di 8 crediti a corso. Si aggiungono 2 in più se si tratta di corso sulla deontologia.

Se il corso è invece aziendale, 2 crediti all’ora per un massimo di 7 per evento. In questo caso, massimo 20 crediti nel triennio.

E ancora si acquisiscono crediti per corsi di perfezionamento o Master presso le università, in Italia o all’estero.

Si acquisisce 1 credito all’ora fino a un massimo di 4 crediti ad evento, (più 2 crediti se si tratta di temi deontologici) con la partecipazione a tavole rotonde, seminari, workshop, convegni, anche in videoconferenza.

Se si è relatori o moderatori o si ha la direzione scientifica di corsi o eventi, 4 crediti ad evento per un massimo di 10 crediti nel triennio.

Il punto però è che ogni evento o convegno deve essere preventivamente riconosciuto e accreditato dal CNOG e questo rende le cose più complicate.

E’ importante quindi controllare prima sui vari siti degli Ordini regionali o su quello Nazionale se il convegno cui intendete partecipare è stato accreditato dal CNOG.

La pubblicazione di libri o saggi a carattere tecnico-professionale e inerenti la nostra professione, 4 crediti per pubblicazioni di parti o capitoli, 7 crediti per un libro completo. Massimo 10 crediti nel triennio.

Esenzioni

La formazione è obbligatoria per tutti i giornalisti in attività, iscritti all’Ordine da più di tre anni. I pensionati che non lavorano più non sono tenuti alla formazione, previo richiesta di esenzione al proprio Ordine regionale.

E’ possibile essere esentati dalla formazione per un anno (previo richiesta all’Ordine di appartenenza) solo in caso di: maternità o congedo parentale; servizio militare o civile; malattia grave, infortunio, assenza dall’Italia e altri motivi che provochino l’interruzione della professione per sei mesi.

Notizie utili

Sul sito dell’Ordine della Lombardia si può trovare un’utile tabella esemplificativa di quanti crediti si possono ottenere, a seconda delle varie tipologie di partecipazione.

http://www.odg.mi.it/sites/default/files/crediti.pdf

Il tempo stringe e forse non tutti i giornalisti riusciranno ad acquisire i 15 crediti annuali obbligatori entro il 31 dicembre 2014. Gli altri Ordini hanno già risolto il problema organizzando giornate, in aule predisposte per centinaia di partecipanti, per aiutare i loro iscritti a totalizzare i crediti.

Il nostro Ordine Nazionale ha per il momento messo a punto un corso on-line sulla deontologia, gratuito, che si trova al link:

http://www.odg.it/content/corso-link

Consigliamo a tutti di seguirlo: non è facile, ha una struttura anche nozionistica, ma si può fare e si portano a casa 10 crediti.

Importante: ogni giornalista può seguire corsi, convegni, etc per ottenere i crediti della formazione in qualsiasi regione, anche se non organizzati dal proprio Ordine di appartenenza.

Per conoscere i corsi e i convegni accreditati dal CNOG che si svolgono nelle varie regioni dovete collegarvi ai vari siti degli Ordini. Il numero dei partecipanti ad ogni corso o evento è molto ristretto ed occorre iscriversi velocemente.

Alla fine dei corsi e degli eventi non dimenticate di richiedere l’attestato di frequenza che dovrà riportare anche il numero dei crediti attribuiti.

Al termine del triennio, ogni giornalista dovrà consegnare all’Ordine regionale di appartenenza la documentazione corrispondente ai 60 crediti acquisiti per la formazione. In nessun caso si possono riportare nel conteggio dei crediti di un triennio quelli maturati nel triennio precedente.

Simona Fossati, Nicoletta Morabito, Alessandra Fanelli
Consiglieri Nazionali dell’Ordine dei Giornalisti

Roma, 15 maggio 2014