Il voto dato ai leader della FNSI danneggia l’INPGI

Chiamarsi pomposamente “L’INPGI siamo noi”, oltre a una certa dose di arroganza, mostra anche il disprezzo per gli altri. Non importa. Quello che invece importa di più è la composizione di questa lista, dove sono presenti sindacalisti impegnati da anni nella FNSI. Sono i protagonisti e gli estimatori Dell’ultimo contratto che ha messo in crisi le casse dell’INPGI depauperandole.

La rottamazione dei giornalisti più anziani che versavano contributi consistenti, la mancata assunzione a cascata  dei giovani (i cui contributi sono comunque leggeri) e la fallita contrattazione sui compensi dei collaboratori, abbandonati a se stessi hanno gravato pesantemente sulle casse dell’INPGI. L’Istituto ha dovuto quindi varare di gran carriera una riforma per mettere in sicurezza i suoi bilanci per il futuro.

Un altro contratto simile all’ultimo potrebbe essere letale.

Ora i sindacalisti che hanno approvato quel contratto e magnificato i suoi effetti sono candidati all’INPGI. Pensate bene al vostro futuro prima di votarli.

VOTATE,  VOTATE, VOTATE  I  NOSTRI CANDIDATI  IN BLOCCO,
SOLO COSI’ SI POTRA’ ARGINARE LO STRAPOTERE DEL SINDACATO ALL’INPGI

Massimo Alberizzi

Condividi questo articolo

more recommended stories