Manifestazione Precari a Roma

La manifestazione dei precari di sabato prossimo, 9 aprile, sta impensierendo pesantemente i dirigenti della FNSI che si sono affrettati a spendere belle parole e a elargire promesse. Ma nessuno di loro ha spiegato in concreto cosa fare per sottrarre freelance e precari dalla loro situazione e per ridar loro dignità e decoro.
La storia dei rapporti tra precari e freelance fa sorgere alcuni dubbi. Il sindacato dei giornalisti non solo se ne E’ infischiato dei freelance e dei precari, ma ha cercato addirittura dolosamente di boicottarne le iniziative.

Ecco una piccola casistica:
Senza Bavaglio E’ una corrente sindacale che opera all’interno della FNSI. Si occupa dei freelance e dei precari dal 1994 e ha cercato di porre al centro dellíazione sindacale i loro problemi.
Ha presentato e fatto approvare in due Congressi nazionali una mozione che impegnava a fondare dentro la FNSI l’Organismo di Base dei Freelance, gestito dai freelance che soli conoscono le drammatiche condizioni dei liberi professionisti dellíinformazione.
All’ultimo Congresso della FNSI Senza Bavaglio ha presentato una mozione chiedendo la costituzione dallíOrganismo di base dei Precari. Cestinata dalla dirigenza della FNSI.
La piattaforma presentata dalla FNSI per la trattativa del rinnovo contrattuale conteneva una parte dedicata ai giornalisti liberi professionisti. I dirigenti della FNSI non hanno esitato a buttarla nel cestino. Così il contratto firmato da Siddi & Co. non prevede nessuna tutela per i non contrattualizzati
Una delle poche regole che contiene quel contratto prevede che i pagamenti avvengano entro 60 giorni. Quando abbiamo fatto notare che la legge ne prevede 30 dalla prestazione non ci è stato nemmeno risposto.
Quando abbiamo chiesto che nella giunta della Federazione entrasse una quota di freelance ci è stato risposto che non era previsto.
All’ultimo Congresso della FNSI è stata presentata da Paolo Butturini, segretario dellíAssociazione Stampa Romana e uno dei leader del sindacato, una mozione che prevedeva tra due candidati a pari voti, che entrasse in Consiglio Nazionale della FNSI il più vecchio. Noi ci siamo opposti chiedendo che entrasse il più giovane.
Nel 2006 c’è stata un’audizione alla Commissione Cultura della Camera sul lavoro giornalistico non contrattualizzato. E’ stato invitato Senza Bavaglio e la FNSI. Franco Siddi ha fatto fuoco e fiamme per escludere SB dallíaudizione. I parlamentari non hanno accettato perché SB aveva presentato un documento preciso e esaustivo del quale si sono congratulati.
Abbiamo chiesto che delle commissioni dei precari e dei freelance in FNSI se ne occupassero precari e freelance. Invece sono stati nominati contrattualizzati e pensionati, burocrati del sindacato.
Sovvertendo tutte le regole della democrazia il segretario della FNSI si è fatto eleggere in una votazione dove gli elettori, nello stesso momento, hanno espresso la preferenza per il candidato e la lunghezza del suo mandato.
Spiega bene l’atteggiamento di supponenza dei dirigenti della FNSI la frase di uno di loro poco prima del referendum sul contratto: “Abbiamo promesso la consultazione e dobbiamo farla. Ma dobbiamo organizzarla in modo tale di vincerla”. Infatti così è stato: niente voto elettronico, difficoltà non solo a raggiungere le urne ma persino ad avere i requisiti per votare, cosÏ contrattualizzati e freelance con le carte in regola hanno avuto negato il diritto al voto.

Francamente questo improvviso interessamento da parte della FNSI verso i precari e i freelance ci lascia perplessi. Il sindacato non ha mai fatto niente per loro perché non è mai riuscito a far capire ai contrattualizzati come un mercato forte favorisca anche i giornalisti che hanno un posto fisso.

Quando si è trattato di scegliere (vedi ultimo contratto) la FNSI si è schierata con i contrattualizzati. La ragione è chiara il voto di chi non ha contratto E’ ‘pericoloso’ perché minaccia di sovvertire líordine costituito (dirigenti burocrati e sindacalisti di professione che non sono più in grado di mobilitare nessuno) garantito dal più ammaestrato voto dei contrattualizzati.

Senza Bavaglio
www.senzabavaglio.info
senzabavaglio@senzabavaglio.info