RAI/Lo sfascio comincia alle ore 25

Non ci crederete sul sito Rai International che si vede in Kenya il palinsesto dopo le 23:59 di sera non è 00:00 cioè mezzanotte ma… 25:26. Non ho parole.

Provare per credere aprite il sito dei palinsesti: http://www.international.rai.it/tv/palinsesti.php#

Attenzione: il sito non va aperto dall’Italia, dove gli orari italiani coincidono con quelli locali, ma dal Kenya o comunque da un Paese con fuso orario diverso da quello di Roma o da un computer il cui orologio sia settato su un orario locale diverso da quello italiano, come sono quelli che usiamo noi in Africa orientale.

TUTTI I GIORNI, TUTTI I SANTI GIORNIIIIII E’ COSI’ 25:00

Ma non solo. I programmi di informazione, diciamo “alternativi”, sono stati relegati alle ore più impensate: Ballarò, per esempio, all’1 di notte e alle 7 del mattino per l’Africa.

E  Annozero? Alle 1:30 (sorry 25:30) o alle 7 del mattino di venerdì.

Disparità di trattamento incredibile con Porta a Porta: La trasmissione/propaganda di Vespa in un giorno ha tre repliche: 16:45, 2:43, 7:15.

E’ impensabile che gli italiani che lavorano in Africa possano stare svegli dall’1 di notte in poi per Ballarò e Annozero, ma ancora più impensabile che stiano davanti alla Tv dalle 7:15 in poi a vedere quegli stessi due programmi di informazione, quando devono correre in ufficio.

Almeno prima potevamo contare sulle repliche pomeridiane del giorno dopo, quando vedevamo Ballarò e Annozero al ritorno dall’ufficio, prima di cena.

Sarebbe questo il Servizio Pubblico? Dov’è la schiena dritta dei giornalisti di cui tutti parlano?