Published On: sab, Mag 9th, 2009

ORDINE/ Volano critiche al contratto

Si è tenuto il 5 e 6 maggio scorso un consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti in forma straordinaria per discutere e confrontarci sullo scottante tema del nuovo contratto appena firmato dalla FNSI e dalla FIEG in presenza di rappresentanti del Governo.

Sono intervenuti al dibattito il presidente FNSI Natale e il segretario Siddi. La seduta si è aperta nel pomeriggio del 5 maggio con un intervento di Siddi che ha spiegato con grande precisione, punto per punto, tutti gli articoli del contratto giornalistico e la sua tesi in grande sintesi è stata che la FNSI ha cercato di salvare il salvabile, non era possibile ottenere di più, altrimenti si sarebbe rischiato la rottura definitiva con gli editori senza possibilità di riprendere le trattative. Molti consiglieri nazionali sono intervenuti e la maggior parte ha avuto un atteggiamento critico sulle scelte dei dirigenti FNSI. Quasi nessuno era soddisfatto di questo contratto pur riconoscendo le grandi difficoltà di mediazione incontrate dal sindacato che si trovava di fronte una controparte sorda a ogni tipo di trattativa. Polemiche anche sul referendum, da molti considerato inutile, dopo la firma e comunque organizzato male nelle modalità di votazione.

Sul fatto che i freelance o lavoratori autonomi come amano definirli gli editori, non sono stati presi in alcuna considerazione nel contratto hanno detto la loro due colleghi consiglieri (Sabrina Talarico e Saverio Paffumi) sottolineando come ancora una volta il sindacato non ha difeso le nostre istanze. Sono intervenuta anche io e ho ricordato a Siddi e a Natale che già al congresso FNSI di Sant Vincent era stato approvato all’unanimità la costituzione dell’Organismo di base dei freelance, ma che finora non è stato possibile soddisfare questa decisione del Congresso. Ho aggiunto che, non volendo fare polemiche, ma volendo invece avere un atteggiamento positivo e propositivo, suggerivo di dar seguito a questa risoluzione, permettendo l’istituzione dell’ODG. (la platea ha applaudito)

Nella risposta finale Siddi ha spiegato che a suo parere costituire un Organismo dedicato ai freelance poteva essere interpretato come una divisione delle forze, quando invece il Sindacato deve essere compatto e unito.

GRUPPO FREELANCE

Durante la riunione del 6 maggio il presidente Del Boca ha annunciato la costituzione all’interno dell’Ordine Nazionale del Gruppo Freelance di cui sono la responsabile. Del gruppo fanno parte i consiglieri nazionali Remo Pecorara (Piemonte), Andro Merkù (Friuli Venezia Giulia), e i colleghi Fabio Gibellino (Lombardia) e Silvia Ognibene (Toscana).

RICONTEGGIO SCHEDE DI BALLOTTAGGIO IN LOMBARDIA

Si svolgerà nella mattina del 26 maggio 2009 presso la sede del Consiglio regionale della Lombardia il nuovo conteggio delle schede di ballottaggio relative alle elezioni 2007 dei consiglieri regionali professionisti deliberato il 31 marzo scorso dal Consiglio nazionale in accoglimento del ricorso presentato da Franco Abruzzo.

La Commissione di scrutinio composta dal consigliere segretario Enzo Iacopino, in qualità di presidente e dai consiglieri Cosimo Bruno, Beppe Errani, Franco Po in qualità di scrutatori, procederà al riconteggio considerando nulle anche le schede espressive di un numero di preferenze superiori al numero dei revisori da eleggere, attesa l’unicità della scheda elettorale; al termine delle operazioni si procederà alla formazione della graduatoria e alla proclamazione degli eletti.

Nicoletta Morabito
Consigliere Ordine Nazionale

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

ORDINE/ Volano critiche al contratto